Petit Bassett Griffon Vendèen

petitgriffonPETIT BASSET GRIFFON VENDEEN

Standard FCI N. 67 / 14.02.2001

Origine: Francia

Data di pubblicazione dello standard d’origine in vigore: 09.01.1999

Utilizzazione: diavolo in campagna, angelo in casa, ecco il nostro basset. E’ un cacciatore molto appassionato, ausiliario perfetto del cacciatore nel territorio di media superficie, specialista del coniglio ma non gli resiste nessun altro animale.

Classificazione F.C.I.: gruppo 6 segugi, cani da ricerca di sangue e razze affini. Sezione 1.3 segugi di piccola taglia con prova di lavoro.
Robe de Mariée 2014
Aspetto generale:

cane gioioso e vigoroso, con un corpo leggermente allungato. Coda portata fieramente. Pelo duro e lungo senza esagerazione. Testa espressiva, orecchio ben accartocciato, guarnito di lungo pelo, attaccato al di sotto della linea dell’occhio, non troppo lungo.

Comportamento: appassionato della caccia, coraggioso, ama i rovi e la macchia.

Carattere: docile, volenteroso e passionale.

Testa

Regione cranica

Cranio Leggermente bombato, un po’ allungato, non troppo largo, ben cesellato sotto gli occhi, protuberanza occipitale abbastanza marcata.
Stop Ossatura della fronte marcata

Regione facciale

Tartufo Ben sviluppato, narici aperte, nero salvo per i pelo bianco-arancio per i quali il tartufo marrone è tollerato. Muso molto più corto rispetto i grand basset, allungato e dritto, muso squadrato all’estremità. Labbra Ricoperte di bei baffi; mascelle/denti articolati a forbice. Occhi Abbastanza grandi, d’espressione intelligente, senza bianco visibile, la congiuntiva non deve essere visibile. Il pelo che ricopre la palpebra riviene in avanti ma non deve mascherare l’occhio. Devono essere di colore scuro. Orecchie Accartocciate e fini, ricoperte di pelo abbastanza lungo, terminano leggermente in ovale, attaccate al disotto della linea dell’occhio.

Collo

Lungo, robusto e ben muscoloso, incollatura forte, senza giogaia, porta la testa in modo fiero.

Corpo

Dorso ben sostenuto, rene muscoloso, cassa toracica ben sviluppata in altezza mediamente arrotondata ai fianchi.

Coda

Attaccata alta, abbastanza grossa alla nascita, piuttosto corta e portata a lama di sciabola

Ossatura abbastanza forte ma proporzionata alla taglia

Pelo duro, non troppo lungo, non lanoso.

Colore Bianco- nero, nero focato, bianco arancio, tricolore

Taglia

Altezza al garrese: Maschi e femmine o.34 a 0.38 m con una tolleranza in più e in meno di 1 cm..

Difetti

Tutti i difetti saranno penalizzati in base alla loro gravità. Testa troppo corta e cranio piatto. Depigmentazione del tartufo, delle labbra o delle palpebre. Dentatura non corretta. Occhio chiaro. Orecchie attaccate alte, lunghe, troppo piatte o senza pelo. Corpo troppo lungo o troppo corto, mancanza d’armonia. Groppa avvallata, ossatura insufficiente. Pelo insufficientemente denso e fine. Soggetto timido

Difetti da eliminazione

Mancanza di tipo. Prognatismo. Pelo lanoso. Monocolore nero o bianco. Depigmentazione importante. Taglia fuori standard. Tare genetiche, malformazioni anatomiche. Soggetto pauroso o aggressivo

Les Petits Bassets Griffon Vendeen sono dei cani di prim’ordine e molto numerosi non solo in Vandea, nella quale ci sono degli ottimi equipaggi.

I più importanti agli inizi del 1900, si trovano presso il conte d’Elva, in Mayenne, che sovente porta all’esposizione di Parigi dove riceve importanti premi e riconoscimenti per la sua muta o con degli stalloni come Royal-Combattant”, il più perfetto di tutti. E’ tricolore, come tutti i Petit Basset del conte, dice M. Megnin, è alto 38 cm., le sue gambe ben dritte e la taglia media molto ben apprezzata è proprio di 38 cm.

Sono Griffon molto energici, le loro gambe corte, ma dritte, eccellenti per la caccia a tiro a tutti gli animali, invidiabili nelle foreste, molto appassionati e tenaci anche nella caccia al cinghiale.

Questi cani provengono da incroci ben studiati e fissati tra la razza di chiens courants Bretone e la razza Vendéenne.

In aggiunta M. Le Coulteux dice che questi Bassets hanno un piede straordinario ed in muta possono persino prendere una lepre in due o tre ore.

I Bassets non sono proprio tutti tricolori come quelli del conte d’Elva, de Villebois-Mareuil, o di Geffroy St-Hilaire, ma se ne trovano molti bianchi a tacche fulve, probabilmente per la presenza maggiore del sangue bretone.

Scrive Paul Doubignè: non è un Basset Vendéen per semplice riduzione di taglia, ma un Petit Basset ridotto armoniosamente nelle sue proporzioni e nel volume e rispondente a tutte le qualità morali che presuppone la passione per la caccia ed una muta di questa razza ha vinto la prima edizione della Coppa di Francia su coniglio e la razza si è ripetuta in molte altre edizioni successive. Caccia molto bene anche la lepre ed il cinghiale con molto coraggio e sagacia. Molto resistente alle fatiche ed alle avversità atmosferiche, rende nel suo lavoro a caccia i più alti servigi, sia a singolo, in coppia od in muta, sa esaltare le sue innate qualità venatorie su ogni tipo di animale Robe de bal longueper il quale è stato addestrato, alterna la saggezza nella caccia al cinghiale, all’euforia nella caccia alla lepre, la sua versatilità è famosa ovunque. Rustico ed elegante, piccolo basset, grande in coraggio, metodico e rapido all’occorrenza, cane specialista o cane completo, questo è il piccolo grande fenomeno nella caccia e nell’affetto a casa.

La taglia è sia per i maschi che per le femmine tra i 0.34 / 0.38 cm. al garrese, con una tolleranza di 1 cm in più ed 1 in meno.

Colori: bianco-arancio, fulvo a macchie bianche (bianco-arancio), fulvo a mantello nero e finiture bianche (tricolore), fulvo carbonato, sabbia carbonato a finiture bianche, sabbia carbonato. Tradizionalmente il pelo viene definito: pelo di lepre, pelo di lupo, pelo di tasso o pelo di cinghiale.

Sono facili da ammutare, molto docili e collaborano volentieri tra loro, ben attaccati alla pista. Molto resistenti, possono cacciare per più giorni consecutivi dall’alba al tramonto, senza subire rallentamenti, sempre con grande volontà e senza farsi scoraggiare dalle difficoltà del terreno o dalla fitta foresta. E’ un piccolo cane vivace e vigoroso. Coda fieramente portata, pelo duro e lungo senza esagerazione. Di carattere docile e socievole, volonteroso ed appassionato cacciatore. Occhi scuri, non molto grandi, ma espressivi ed intelligenti, congiuntiva non apparente.

Il pelo delle difese non deve coprire gli occhi. Ossatura molto forte ma ben proporzionata alla taglia. Una buona pigmentazione scura dei cuscinetti delle zampe, sarà molto ricercata ed apprezzata. Ottimo e sempre affidabile compagno a caccia ed anche nei momenti di riposo presso l’abitazione.